MERDA: oltre la definizione di un dizionario.

Published on December 13th, 2009

Prima di aver messo piede in casa Jolaurlo, non avevo mai pensato ai molteplici significati che la parola merda potesse assumere.

Prima di allora l’associavo solo ad un’espressione di rabbia, magari detta da qualche raffinato francese vedendo il suo bicchiere colmo di martini cadere per terra: “MERDE ! MON VERRE ! MERDE ! “.

Arrivo quì e scopro che “merda” non è solo sinonimo di cacca e non viene detta solo per rabbia e non è esclusivamente usata per descrivere una situazione disastrosa: “OH DIO, SONO NELLA MERDA” .

Quì, in casa jolaurlo l’espressione merda si profuma anche di significati estremamente positivi:

MERDA QUANTO SPACCA ‘STO CD !

MERDA QUANTO è BUONA LA PARMIGIANA !

MERDA, QUEL TIPO GUADAGNA TANTO !

MERDA, CHE BELLO ALZARSI TARDI !

Ora, di Domenica mattina è dura cercare di ricordare i mille usi di “MERDA” in casa jola, ma sono sicura che voi potete aiutarmi. Se anche voi vi allontanate dalla definizione di connotazione solo negativa e standard di “MERDA” offertaci dal dizionario garzanti (“Persona spregevole o situazione ripugnante”), scriveteci dei mille usi che fate di questa parola !!!

Sophie T.

Commenti

  1. Posted by Flo on December 13th, 2009, 19:19

    MERDA, quanto adoro Jolaurlo!

  2. Posted by biru on December 13th, 2009, 20:07

    CHE MERDA QUANDO NN PUOI USARE LA PAROLA MERDA PER ESPRIMERE NN SOLO SITUAZIONI DI MERDA MA ANCHE QUANTO MERDA E’ POSITIVA UNA SITUAZIONE.

  3. Posted by alberto on December 13th, 2009, 20:15

    merda!!!quant’è bella e come spakka la canzone in movimento:DDDD

  4. Posted by giusex on December 13th, 2009, 23:13

    Tanta Merda…per indicare “in bocca al lupo” o “buona fortuna”

  5. Posted by demetra on December 14th, 2009, 06:54

    IN BOCCA AL LUPPO! SIETE GRANDI!

  6. Posted by sophie T. on December 14th, 2009, 12:14

    Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma. In merda.

    Antoine Lavoisier

  7. Posted by Gianka on December 14th, 2009, 18:49

    Merda! Che merda che mi sento!!

  8. Posted by marzia on December 14th, 2009, 21:26

    SOGNO-B

    Daniele Silvestri ci da qualche perla di..

    Questa è una canzone sulla cacca, certo l’argomento può sembrare un po’ volgare, lo capisco, ma vi suggerisco di dimenticare qui il lato gretto, in pratica l’oggetto, in qualsivoglia aspetto o forma voi lo conosciate
    pensate, invece, a quanto e quali modi essa controlli i nodi chiave della vostra vita, quotidianamente, e non invento niente se dico che può, saltuariamente, essere lei il motivo vero di una crisi o di un umore nero

    chiaro! non è che adesso voglio all’improvviso dimostrare che la cacca è un’entità fondamentale, un neoplatonico motore di chissà quale universo, è ben diverso il mio ragionamento, anzi, vi confesso

    rappresento un raro caso di privilegiato, figlio di padre irruento e madre timida fui fortunato eppure molti soffrono, direi sempre più spesso, perché un po’ come l’amore farla bene è già un successo

    passa il tempo e sono qui che sogno
    un mondo senza più nessun bisogno
    passa il tempo e sono qui che sogno
    un mondo senza più nessun bisogno

    briu-ba-bi-be-bu-ba-bo-bene, adesso entriamo coraggiosi nel discorso duro, prego gentilmente i cardiopatici di farsi un giro, eppure, giuro, a me non fa né caldo né il contrario soffermarmi su quest’argomento scomodo e oltremodo serio

    ecco, vedo già iniziare un battibecco e qualche vacua discussione su chi evacua meglio e va quasi immediatamente detto che non credo a un metodo perfetto, in quanto, poi ci arrivo defecare è molto soggettivo

    primo, direi che leggere è comune, ma se per qualcuno è un mezzo per moltissimi è il vero fine, l’unico momento lieto in tutta la giornata, che poi quello che leggi al cesso spesso è già una gran cagata

    c’è chi fuma, chi riflette, chi si mette a canticchiare, chi controlla soddisfatto ciò che ha fatto e poi ne parla pure, in ogni caso è il posto in cui sei solo con te stesso ed è per questo che le mie canzoni nascono sul cesso

    passa il tempo e sono qui che sogno
    un mondo senza più nessun bisogno
    passa il tempo e sono qui che sogno
    un mondo senza più nessun bisogno

    però mi si potrebbe far notare che in partenza avevo detto che la… la cacca spesso è sofferenza collera, disagio, allora adagio e senza fretta cominciamo a analizzare chi svuotandosi fischietta

    fiu-fiu-fiu-fi-fiut fuiu-fi-fiu-fi-fiut, si tratta chiaramente di uno che ha vergogna e non si accetta, perché in fondo il nostro mondo più interiore fa paura, ma è per altri che la vita è molto, molto molto dura

    stitici di tutto il mondo vi capisco, io non ho esperienze vere, ma indirettamente anch’io subisco effetti laterali, se tra i miei più amati cari c’è chi smette di soffrire a sprazzi bisettimanali

    solo voi capite l’attimo fuggente, voi che siete sempre all’erta e quasi sempre non è niente, allora massimo rispetto per voi tutti, e in questo senso, io vi dedico sincero il mio minuto di silenzio.

  9. Posted by Gianni on December 16th, 2009, 11:41

    Grande Daniele, un brano geniale.

  10. Posted by www.jolaurlo.com on May 25th, 2011, 16:33

    Merda oltre la definizione di un dizionario.. Bang-up 🙂

  11. Posted by www.jolaurlo.com on June 3rd, 2011, 14:40

    Merda oltre la definizione di un dizionario.. Slap-up 🙂

Lascia un commento

Se lo desideri puoi lasciare un commento o una risposta